Skip to main content

ITER Sorveglianza Sanitaria

Tutti i soggetti che, a vario titolo, svolgono attività in ambito di Ateneo (esclusi appaltatori, lavoratori autonomi) vengono presi in carico dal punto di vista prevenzionale nel sistema di prevenzione d'Ateneo e nel sistema informativo per la gestione della salute e sicurezza. (cfr. Ges.Sic.A. | MAPPA).
La presa in carico prevenzionale, tra le altre cose, permette di formalizzare il profilo personale di attività e di esposizione a rischio lavorativo e di individuare il protocollo sanitario standard per ogni lavoratore (il protocollo sanitario verra poi personalizzato dal Medico competente in sede di visita medica.

Il lavoratore che, sulla base dell'esito della valutazione dei rischi lavorativi e del proprio profilo personale di attività e di esposizione a rischio, risulta essere obbligato a sottoporsi a sorveglianza sanitaria viene formalmente convocato dal Servizio di tutela prevenzionistica-sanitaria dell'Ateneo e dovrà effettuare gli esami/accertametni specialistici e la visita medica stabiliti dal protocollo sanitario definito dal Medico competente di Ateneo.
Nella lettera di convocazione verranno fornite indicazioni specifiche e pratiche in relazione ai controlli da effettuare e le modalità per la prenotazione delle visite.
Nella lettera di convocazione, sono riportati anche i documenti (ad es. copia del tesserino di vaccinazione antitetanica, foto tessera...) da consegnare in sede di visita al medico competente.

Il lavoratore convocato per la sorveglianza sanitaria, prenoterà direttamente presso le strutture indicate nella lettera di convocazione gli accertamenti/esami specialistici da effettaure e che sono previsti dal suo protocollo sanitario.
Importante ricordarsi che tali esami/accertamenti vanno effettuati entro 90 giorni antecedenti alla visita medica concordata con il Medico competente di Ateneo.

Completati gli esami/accertamenti specialistici indicati nella lettera di convocazione, il personale convocato può prenota direttamente la visita medica presso il medico competente di Ateneo, con le modalità indicate nella lettera di convocazione a visita.
La visita medica viene effettuata presso lo studio del Medico competente, che si trova nella sede del Servizio di Prevenzione e protezione di Ateneo in via del Cotonificio 114 a Udine.
 

Alla conclusione della visita medica il Medico competente formula il giudizio di idoneità alla mansione specifica che verrà consegnato in copia al lavoratore.
Il Medico competente, inoltre, fornisce al lavoratore tutti i chiarimenti e le informazioni relative agli esiti della visita e alle indicazioni e misure di sicurezza e precauzionali che il personale dovrà rispettare durante lo svolgimento dell'attività lavorativa (di didattica, ricerca o servizio).
Sarà cura del Servizio di tutela prevenzionistica inviare il giudizio di idoneità ai vari responsabili del lavoratore, per le successive azioni e misure di tutela.
Nel caso di attivà svolte da parte del personale dell'Ateneo presso in Enti/Aziende esterne (ad es. per Tiroinico), le trasmissione del giudizio di idoneità verrà concordata direttamente con la controparte.