CORONAVIRUS - LAVORO AGILE

INFORMATIVA LAVORO AGILE ("SMART WORKING") - Emergenza Coronavirus

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 dispone misure stringenti volte al contrasto e contenimento del diffondersi del virus nonchè misure di informazione e prevenzione per l'intero territorio nazionale.

Per tutte le attività che non siano indifferibili e da svolgere in presenza, l'Ateneo ha attivato il lavoro agile o lavoro a distanza, per tutta la durata dello stato di emergenza, anche in assenza degli accordi individuali stabiliti.

In tale situazione emergenziale è previsto che gli obblighi di informativa sulla salute e sicurezza nel lavoro agile nei confronti dei lavoratori e dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS) possano essere assolti in via telematica, anche ricorrendo documentazione predisposta allo scopo.
Per questo il Servizio di prevenzione e protezione di Ateneo ha elaborato il documento pubblicato di seguito in cui sono riportate le misure preventive e precauzionali nel lavoro agile.
Tale condizione avrà effetto fino alla data indicata dall'Ateneo e determina la cessazione degli effetti degli artt. 3 e 4 del precedente decreto del 1° marzo che, a sua volta, aveva già superato le disposizioni dei precedenti decreti del  23 e del 25 febbraio 2020.

Il DL del 17.03.2020 (convertito dalla Legge n° 27 del 24 aprile 2020) prevede che la prestazione lavorativa in lavoro agile possa essere svolta anche attraverso strumenti informatici nella disponibilità del dipendente, qualora non siano forniti dall'amministrazione. (cfr. art. 87 del DL 17.03.2020

Documento a cura del Servizio di prevenzione e protezione dell'Ateneo

Informativa lavoro agile - COVID-19  

 


 

Documento a cura dell'Istituto Superiore Sanità (traduzione da   OMS) - pubblicato  il  17.03.2020

Consigli per la gestione  ambienti indoor     pubblicato  il  09.04.2020

Consigli per gli ambienti chiusi - COVID-19